Cascina Montagnola

L’azienda

L’azienda

La nostra avventura ha inizio in una fredda e nevosa domenica del gennaio 1988 quando, dopo una passeggiata nelle campagne vicino alla casa rustica di amici milanesi, ci imbattemmo in una proprietà rurale semi abbandonata ma con un’anima grondante di storie del passato. Era la località Montagnola inferiore, che comprendeva l’abitazione dominicale denominata Villa Margherita.
Ci trovavamo a Viguzzolo, nei Colli Tortonesi, tra il Monferrato e l’Appennino Ligure.
La fantasia galoppava velocemente e da lì a poche ore mio marito fece ritorno a casa, allora nelle campagne limitrofe di Milano, con la vecchia chiave di un portoncino risalente ad un periodo a cavallo tra l’800 e il ‘900.

La terra è la più grande ricchezza dell’uomo: basta amarla e rispettarla per poterne godere i frutti. Cascina Montagnola si trova nei Colli Tortonesi, tra l’Oltrepò Pavese e l’Appennino Ligure, in una zona particolarmente vocata alla viticoltura.
L’azienda si estende complessivamente per diciotto ettari, di cui dieci vitati, sei a seminativo e uno a frutteto, con un parco che abbraccia l’abitazione principale.

La prima annata ufficiale risale al 1997 con un primo timido e limitatissimo imbottigliamento di barbera, il Rodeo, proveniente da un vigneto risalente agli anni ’50 che ricordava un piccolo forte esercito di guerrieri che aveva resistito al tempo, la malattia, gli eventi atmosferici, e che aveva ancora voglia di dare molto a chi avrebbe saputo e voluto amarlo.
L’unico ettaro esistente nella proprietà a quel tempo.
Subito impiantammo del cortese, dello chardonnay e della croatina. Ma si cominciava a parlare di timorasso, l’attuale password di chi vuole entrare nel mondo enologico tortonese, quindi,

Montagnola_21

nel 2006 la nostra prima vendemmia di una delle nostre bottiglie più prestigiose, il Morasso, termine dialettale col quale veniva localmente chiamato questo difficile vitigno ricco di fascino tutto da scoprire. Nel 2010 entra in produzione il nuovo vigneto di Sauvignon e ci offre un bianco di tutto rispetto che completa la nostra gamma composta attualmente da 10 etichette, alcune delle quali vere chicche con numeri di produzione veramente bassi e di nicchia, per un totale attuale di circa 30.000 bottiglie.
La terra, l’uva, la natura: il luogo ideale da chiamare casa.

Guarda altre foto


I vigneti

I nostri vigneti crescono su un lieve pendio, godono del sole migliore, quello di sud-ovest, e di un terreno calcareo-argilloso che regala alle uve gli elementi più preziosi. Il vigneto più antico è quello del Barbera, che risale agli anni ’50 e che ha le sue radici nei ricordi degli anziani viguzzolesi.
Nel 1990 nascono i vigneti di Cortese, Croatina e Chardonnay e, più recentemente, quelli di Timorasso, Sauvignon Blanc e Merlot. Tre generazioni che convivono dialogando con il territorio.


La cantina

La cantina è stata inserita in uno storico porticato agricolo utilizzato in passato come stalla, fienile e ricovero attrezzi, interamente ristrutturato negli anni ’90.

E’ dotata di tutte le attrezzature moderne e tecnologiche atte ad ottenere i risultati che ci prefissiamo.

Nello stesso fabbricato sono state ricavate la barricaia e un’accogliente sala degustazione.

Share on Google+